CGB
RAUCH topb

Aste in primo piano

 

28 aprile Asta online

7 - 9 maggio Asta in sala e live

GERHARD HIRSCH Nachfolger
Aste 298 - 299


G.Hirsch • Catalogo 298
• Catalogo 299
• Sito G.Hirsch
• Asta live

 

13 e 14 maggio Asta in sala e live

21 maggio Aste in sala

22-23 maggio Aste in sala

Lanz

Aste appena concluse

9 - 11 aprile Asta in sala e live

29 marzo Asta in sala e online

Frühwald Asta 106

Fruewald • Sito web
• Catalogo



15 marzo Asta in sala

JEAN ELSEN & Ses Fils
Asta 120


Elsen • Sito J.Elsen
• Catalogo asta
• Redazionale

Ultimi commenti

  • Argo: Anch'io come descritto posseggo un deca dramma come descritt
  • mario facci: nel 1893 a Bologna 50.ooo franchi o lire a quanto oggi corri
  • bruno carmelo: buongiorno, moneta di argento tetradramma Filistide/quadrig
  • Massimo Bosi: Le abbiamo inviato le istruzioni privatamente, in ogni caso
  • MICHELE: IO ne ho una in buone condizioni vorrei, vorrei sapere quant
  • Viviana: Possiedo 10lire anno 1954 può interessare.
  • rosario: vorrei abbonarmi al giornale Panorama numismatico abbonament
  • livio: salve houn dollaro d'argento del 1974 usa e un dollaro cana
  • Heinrich Kirchler: Un mio amico austriaco ha una moneta in oro del 1833 e del 1
  • Abed: Buonasera, Quanto possono valere le monete d'oro antiche
DI VIRGILIO 3

Tracce dell’iconoclastia sulle monete di Leone V (811-820)

Follis della zecca di Siracusadi Egidio Lapenta

Le monete, oltre ad essere antesignane dei moderni mass media, sono anche l’immagine dell’epoca storica che le ha prodotte. Possiamo leggere su di esse la storia di un popolo; le monete presentano riferimenti diretti e indiretti: i primi sono le immagini che si riferiscono a precisi fatti storici; i secondi sono costituiti dal metallo usato, oppure dalla presenza di certe immagini al posto di altre.

In questa sede prendiamo in esame una moneta bizantina dell’epoca di Leone V (811-820): è un follis, con al diritto l’immagine del suddetto imperatore e al rovescio quella del figlio, Costantino, con la leggenda KONCT, coniato a Siracusa.

Il pezzo appartiene al terzo periodo della monetazione bizantina, quella coincidente con l’iconoclastia.

Segue: monete di Leone V in formato PDF, articolo completo tratto da Panorama Numismatico nr.72/febbraio 1994, articolo richiesto da un ns. lettore.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Share

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>