CGB
RAUCH topb

Aste in primo piano

 

28 aprile Asta online

7 - 9 maggio Asta in sala e live

GERHARD HIRSCH Nachfolger
Aste 298 - 299


G.Hirsch • Catalogo 298
• Catalogo 299
• Sito G.Hirsch
• Asta live

 

13 e 14 maggio Asta in sala e live

21 maggio Aste in sala

22-23 maggio Aste in sala

Bid Inside SOFTWARE 200

Aste appena concluse

9 - 11 aprile Asta in sala e live

29 marzo Asta in sala e online

Frühwald Asta 106

Fruewald • Sito web
• Catalogo



15 marzo Asta in sala

JEAN ELSEN & Ses Fils
Asta 120


Elsen • Sito J.Elsen
• Catalogo asta
• Redazionale

Ultimi commenti

  • Argo: Anch'io come descritto posseggo un deca dramma come descritt
  • mario facci: nel 1893 a Bologna 50.ooo franchi o lire a quanto oggi corri
  • bruno carmelo: buongiorno, moneta di argento tetradramma Filistide/quadrig
  • Massimo Bosi: Le abbiamo inviato le istruzioni privatamente, in ogni caso
  • MICHELE: IO ne ho una in buone condizioni vorrei, vorrei sapere quant
  • Viviana: Possiedo 10lire anno 1954 può interessare.
  • rosario: vorrei abbonarmi al giornale Panorama numismatico abbonament
  • livio: salve houn dollaro d'argento del 1974 usa e un dollaro cana
  • Heinrich Kirchler: Un mio amico austriaco ha una moneta in oro del 1833 e del 1
  • Abed: Buonasera, Quanto possono valere le monete d'oro antiche
DI VIRGILIO

Monete medioevali di Bologna e altre zecche ritrovate nell'arca di S.Procolo

Le 2 Torri di  Bolognadi Michele Chimenti – da Panorama Numismatico nr.19 / Gennaio 1987 – Articolo richiesto da un ns. lettore

Lo scopo di quanto mi accingo a scrivere è di poter definire più esattamente l’epoca di coniazione di alcune monete anonime della Zecca bolognese. Cercherò di ottenere ciò dall’esame di alcune di esse ritrovate il 15 febbraio 1943 all’interno della tomba di S. Procolo che si trova nell’omonima chiesa bolognese. lnfatti in questa data fu trasferita l’arca, in cui erano conservati i resti mortali del Santo, dalla cappella Isolani al centro del coro dove si trova attualmente.

Contemporaneamente le ossa di S. Procolo furono tolte dalla loro sede più che millenaria, ed oserei dire naturale, per essere poste sotto la mensa dell’altare Maggiore. Quando fu tolto il coperchio marmoreo, all’interno fu trovata una cassetta di legno, che conteneva le ossa ed un certo numero di piccole monete che costituiranno l’oggetto di quanto sto per dire.

Per poter valutare meglio il materiale numismatico rinvenuto, è importante inquadrarlo nel contesto storico-religioso che era presente nel momento in cui è stato posto all’interno della tomba del Santo.

Segue: articolo originale completo in formato PDF (2,2MB)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Share

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>