Nomisma 50 51
RAUCH topb

Aste in primo piano

13 settembre Asta in sala

JEAN ELSEN & Ses Fils
ElsenAsta 122


• Asta 122
• Catalogo
• Highlights

22 - 27 settembre Aste in sala e live

30 settembre - 2 ottobre
Asta in sala e live

13 - 15 ottobre Asta in sala

15 ottobre Asta in sala e live

14 e 15 ottobre Asta in sala e live

Lanz

Ultimi commenti

  • giovanni franzese: possiedo 20 lire dell'1972,10 lire dell'1953 1954,100 lire d
  • Daniela: Un informazione ho delle lire che vanno da 1950 in poi le po
  • Massimo Bosi: Il file PDF é stato aggiornato
  • Massimo Bosi: La ringrazio per la segnalazione, le invieremo il file non a
  • mauro: nell'articolo: I sistemi monetari dei popoli antichi, di G.
  • Alessandro: gentili Sig.ri, circa una trentina di anni fa (ma anche di p
  • Fabio: sono in possesso di una moneta con Antonino Pio, ma non ne r
  • Renato Carnevali: C'è una croce di Santiago di Compostela nel comune di Costac
  • elena bonomelli: buona sera, volevo presentarvi un annullo filatelico emesso
  • giovanna: posso chiederti se conosci il valore dei 20 dollari in oro s
Nomisma SHOP

Aspetti storici della monetazione atriana nel piceno italico

Assedì Angelo A. Tatafiore – da Panorama Numismatico nr.99 / Luglio 1996 – articolo richiesto da un ns.lettore

Ancora aperta va considerata la questione delle origini dei popoli abruzzesi e fa ancora discutere, pur avendo dato luogo a svariate ipotesi. Il variegato ventaglio delle possibilità può essere ricondotto a due teorie.

La prima vede derivare gli italici da una emigrazione dei Pelasgi dalla regione Egeo/Medio Orientale che, giunti dal mare sulle coste adriatiche. determinarono la civiltà etrusco/pelasgica.

Secondo questa prima ipotesi la provenienza sarebbe camitica (poi alta Siria) e dotata di un grado di civiltà più avanzato.

Gli indizi più pregnanti risulterebbero dalla miriade di costruzioni ciclopiche (oppida, luoghi muniti) come quelle dei Colle del Vento (Crognaleto), a forma
poligonale che circonda due edifici sacri, o come le grotte di Atri, scavate dagli aborigeni e perfezionate in periodi successivi, o come le pietre incise di Bellante.

L’altra ipotesi, quella ariana, prevede una civiltà più antica, importata dal nord, per opera di popoli pre-indoeuropei. Testimoniano questa seconda teoria anche le tracce di palafitte della bassa valle del Po.

Segue: articolo in formato PDF (1,3 MB)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Share

1 commento per Aspetti storici della monetazione atriana nel piceno italico

  • volevo chiedere il valore che puo avere una moneta atriana il triente col peso di 190 130 gr
    grazie aspetto una vostra risposta

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>