CGB
RAUCH topb

Aste in primo piano

 

28 aprile Asta online

7 - 9 maggio Asta in sala e live

GERHARD HIRSCH Nachfolger
Aste 298 - 299


G.Hirsch • Catalogo 298
• Catalogo 299
• Sito G.Hirsch
• Asta live

 

13 e 14 maggio Asta in sala e live

21 maggio Aste in sala

22-23 maggio Aste in sala

Lanz

Aste appena concluse

9 - 11 aprile Asta in sala e live

29 marzo Asta in sala e online

Frühwald Asta 106

Fruewald • Sito web
• Catalogo



15 marzo Asta in sala

JEAN ELSEN & Ses Fils
Asta 120


Elsen • Sito J.Elsen
• Catalogo asta
• Redazionale

Ultimi commenti

  • Argo: Anch'io come descritto posseggo un deca dramma come descritt
  • mario facci: nel 1893 a Bologna 50.ooo franchi o lire a quanto oggi corri
  • bruno carmelo: buongiorno, moneta di argento tetradramma Filistide/quadrig
  • Massimo Bosi: Le abbiamo inviato le istruzioni privatamente, in ogni caso
  • MICHELE: IO ne ho una in buone condizioni vorrei, vorrei sapere quant
  • Viviana: Possiedo 10lire anno 1954 può interessare.
  • rosario: vorrei abbonarmi al giornale Panorama numismatico abbonament
  • livio: salve houn dollaro d'argento del 1974 usa e un dollaro cana
  • Heinrich Kirchler: Un mio amico austriaco ha una moneta in oro del 1833 e del 1
  • Abed: Buonasera, Quanto possono valere le monete d'oro antiche
DI VIRGILIO 3

Le monete di Traiano

di Roberto Diegi – da Panorama Numismatico nr.228 / aprile 2008

Marcus Pius Nerva Traianus

Traiano nacque nel settembre del 53 d.C. in Spagna ad Italica, dove il padre, che portava il suo stesso nome, era governatore. La sua famiglia era originaria di Tuder in Umbria, ma gli avi di Traiano si erano trasferiti  nella Spagna Betica (odierna Andalusia) fin dal tempo della seconda guerra punica.

Marcus Pius Nerva TraianusIl giovane Traiano percorse rapidamente tutti i gradi dell’esercito fino a diventare comandante di legione e successivamente fu magistrato civile. Ottenne il suo primo consolato nel 91.

Era il comandante in capo delle truppe romane stanziate in Germania quando apprese di essere stato adottato da Nerva, nel 97, e designato come suo successore. Questa designazione incontrò il favore sia dell’esercito che della classe senatoria (non va dimenticato che la famiglia di Traiano era di antica aristocrazia) cosicchè quando Nerva morì, nel gennaio del 98, la successione di Traiano al trono di Roma avvenne senza alcun incidente.

Anche il popolo di Roma salutò con grande entusiasmo la ascesa al trono di Traiano. A questo generale consenso il nuovo imperatore rispose governando bene, senza gli eccessi sanguinari che avevano caratterizzato gli ultimi anni del principato di Domiziano ma anche senza la debolezza dimostrata da Nerva in molte occasioni.

monete romane aureo

Foto 1. Aureo di 7,38 grammi coniato a Roma nel 107. Al diritto IMP TRAIANO AUG GER DAC P M TR P. con busto di Traiano a destra laureato, paludato e corazzato. Al rovescio la Libertà con legenda COS V P P S P Q R OPTIMO PRINC.Cohen 70, R.I.C. 123. In asta Tkalec Roman Gold Coins del 2007, questo aureo era valutato 5.000 Fr. Sv. in conservazione SPL.

Traiano, non entrò subito a Roma, trattenendosi in Germania per porre termine al rafforzamento del sistema di difesa iniziato da Domiziano. L’investitura ufficiale avvenne infatti il 3 gennaio dell’anno 100, dopo che Traiano era entrato nell’Urbe a piedi ed in forma molto semplice, fatto questo che contribuì ad attrarre su di lui il favore del popolo.

Comunque i festeggiamenti per la investitura ufficiale del nuovo imperatore non mancarono e furono decretati dal Senato in forma solenne.

monete romane aureo

Foto 2. Aureo di 7,37 grammi, coniato a Roma nel 107.Al diritto IMP TRAIANO AUG GER DAC P M TR P COS V PP: busto a destra laureato, corazzato e paludato. Al rovescio Traiano a cavallo si appresta a colpire con una lancia un guerriero dace caduto; la legenda è S P Q R OPTIMO PRINCIPI.Cohen 501 var., R.I.C. 208. Si tratta di una delle tante coniazioni commemorative, anche in altri metalli, della vittoria sulla Dacia. Questa stessa moneta, in conservazione SPL, è stata aggiudicata a 11.000 Fr. Sv. in asta NAC 24/2002. In asta NAC 41/2007 un esemplare simile è stato venduto a 14.000 Fr.Sv., in conservazione q.SPL.

Con l’occasione Traiano fece distribuire a tutti i cittadini romani un congiarium  di 75 denari a testa ed anche ai soldati fu riconosciuto un importante donativo.

Traiano fu senza dubbio, data anche la sua origine militare, un imperatore soldato, ma anche un ottimo amministratore ed eccellente governante.

monete romane aureo

Foto 3. Aureo di 7,16 grammi coniato a Roma nel 115. Al diritto busto a destra laureato, paludato e corazzato con legenda IMP TRAIANUS AUG GER DAC P M TR P COS VI P P. Al rovescio facciata del Foro Traiano: in basso FORUM TRAIAN. Cohen 168, R.I.C. 256. In asta NAC 24/2002 questo stesso aureo è stato venduto a 18.000 Fr.Sv. , in conservazione BB/q.SPL.

Le imprese militari

La più famosa delle campagne militari di Traiano fu senza alcun dubbio  quella condotta per la sottomissione della Dacia, l’attuale Romania.

Questa impresa si può distinguere in due diverse fasi: la prima durò circa due anni,  tra il 101 e il 102, e si concluse con la apparente sottomissione di Decebalo il re dei Daci che già aveva dato filo da torcere a Domiziano: Traiano costrinse Decebalo a  sottoscrivere un nuovo trattato con Roma in sostituzione di quello già firmato con il figlio minore di Vespasiano.

monete romane aureo

Foto 4. Aureo di 7,33 grammi coniato a Roma nel 114 o nel 115. Al diritto IMP TRAIANO AUG GER DAC P M TR P COS VI P P. con busto dell’imperatore a destra laureato e paludato. Al Rovescio la colonna traiana con in cima statua dell’imperatore e legenda S P Q R OPTIMO PRINCIPI. Cohen 557, R.I.C. 292. Con la stessa impronta è stato coniato anche un notissimo denario. Questo medesimo aureo, in una conservazione q.SPL, ha spuntato 20.000 Fr.Sv. in asta NAC 24/2002

Ma questo popolo guerriero, disposto a morire piuttosto che essere sottomesso a Roma, nel 104 riprese le ostilità attaccando alcune nazioni alleate di Roma: Traiano forse aspettava questa occasione per concludere in modo definitivo la questione dacica e, secondo molti, impossessarsi dell’oro di cui quella regione era ricca. La campagna contro Decebalo e la Dacia impegnò circa quattrocentomila soldati romani e si concluse con la definitiva sottomissione di quella nazione, ridotta a provincia romana.

Le perdite tra i Daci furono enormi e anche Decebalo perse la vita, suicidandosi piuttosto che finire prigioniero dei Romani. Il disastro per la Dacia fu terribile al punto che al tempo si parlò di un vero e proprio spopolamento di quel territorio. La capitale Sarmizegetusa, fu distrutta e al suo posto venne fondata una nuova città, Colonia Ulpia Traiana e la Dacia venne ripopolata con coloni romani.

monete romane aureo

Foto 5. Aureo di 7,18 grammi coniato a Roma probabilmente tra il 115 e il 116. Al diritto IMP CAES NER TRAIANO OPTIMO AUG GER DAC busto a destra laureato, paludato e corazzato. Al rovescio è raffigurato l’imperatore che riceve, così sembra, la sottomissione del re di Armenia Partamasiri; la legenda recita REX PARTHUS. E’ una moneta rarissima che celebra una delle vittorie di Traiano contro i Parti e non è classificata né dal Cohen né dal R.I.C. Tkalec nella sua asta Roman Gold Coins del 2007 valutava 20.000 Fr.Sv. questo stesso aureo.

Il bottino fu enorme: a quei tempi fu stimato in oltre sei miliardi di denari. Probabilmente questa stima è esagerata, ma è un fatto che Traiano, dopo la conclusione delle campagne daciche, fece ben due distribuzioni di denaro ai cittadini: la prima nel 102 pari a circa 75 denari a testa, la seconda nel 107 con una elargizione di 500 denari ai capofamiglia: non sarà magari stato di sei miliardi di denari il bottino della guerra dacica, ma certamente fu di grandissima entità se Traiano, oltre ai due congiarium di cui si è detto, potè realizzare grandi opere pubbliche e finanziare la campagna contro i Parti di cui si dirà più avanti.

La guerra dacica durò quindi, complessivamente, circa quattro anni, dal 101 al 107, con una interruzione di circa due anni tra il 102 e il 104, e fu ricordata a Roma e nell’impero come un avvenimento di grandissima importanza, sia militare che economica.

monete romane aureo

Foto 6. Aureo di 7,25 grammi coniato a Roma nel 115. Al diritto Busto di Traiano laureato, paludato e corazzato con legenda IMP CAES NER TRAIANO OPTIM AUG P M TR P COS VI P P. Al rovescio busti affrontati di Nerva e di Traiano Padre con legenda DIVI NERVA ET TRAIANUS PAT. Cohen 1, R.I.C. 726. Si tratta di una coniazione assai rara in memoria di Nerva e del padre dell’imperatore, che portava il suo stesso nome. In asta NAC 24/2002, questa stessa moneta in conservazione q.SPL è stata aggiudicata a 28.000 Fr.Sv. In asta NAC 33/2006 un pezzo simile è stato aggiudicato, in conservazione BB, a 10.000 F.Sv. NOMISMA, in una sua vecchia asta (15/2000) aveva venduto un aureo simile, in conservazione q.SPL, a 12 milioni di Lire.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Share

Pagine: 1 2 3 4

19 commenti per Le monete di Traiano

  • Ciao io ho una moneta come quella della Foto 12…quanto me la valutano adesso??? aspetto una vostra risposta

  • GIUSEPPE SCIò

    O COMPRATO 415 BRONZI ROMANI TRA I QUALI MONETE DI TRAIANO SIA D.ARGENTO E SIA PICCOLE CHE GRANDI PUOI DARMI UNA DRITTA DEL LORO VALORE – le monete erano sporche quando mi sono state vendute

  • admin

    Gentile Signore, le consigliamo di rivolgersi a un perito numismatico o ad una casa d’asta, come Nomisma – tel 0549 904012 in orari di ufficio.

  • nicola

    ciao a tutti tanto per informavi, ho gelosamente custodito tra le mie cose….una moneta di bronzo risalente all’imperatore traiano.
    Da una ricerca fatta, ho notato che la mia moneta non figura da nessuna parte…..

  • enzo

    ho una moneta come la figura 17 quanto è valutata oggi? E dove posso rivolgermi per venderla? Grazie

  • Gent.mo lettore, le consigliamo di rivolgersi a un perito numismatico o ad una casa d’asta, come Nomisma – info@nomismaweb.com o tel. 0549 904012 in orari di ufficio.

  • seste66

    buongiorno,potreste dirmi x favore il significato delle parole “fort red”,grazie

  • LOREDANA

    io posseggo una moneta come quella della foto 1.1 vorrei venderla quanto puo’ valere?

  • LOREDANA

    io posseggo una moneta come quella della foto 11 vorrei venderla quanto puo’ valere?

  • DOMENICO

    Buonasera,posseggo 2 monete come quella della foto 17 , con un particolare , sul retro della moneta vi e’ scritto “pincipi” e non principi.Potrei sapere quanto possono valere? Saluti.

  • Antonio

    Ciao, io ho conservato molte delle mie lire, e tra di queste ho trovato una moneta romana uguale a quella della foto 12…se la vendo, quanto può valere?

  • Nikola

    Ciao io ho una moneta come quella della Foto 20!!!
    quanto me la valutano adesso??? aspetto una vostra risposta

  • domenico

    Salve ho una moneta dell imperatore traiano. Raffigurante l imperatore da un lato. e un ponte con una barca che lo attraverserà. Sapete dirmi quanto vale?

  • Approfittiamo della domanda per ribadire a tutti i lettori che qui non valutiamo, compriamo, trattiamo commercialmente in alcun modo monete.

  • Giancarlo

    Buona serata: sito Web interessante, comprensibile e ben strutturato.-
    Gradirei ricevere le Vostre e-mail di aggiornamento, in quanto interessato alla Numismatica
    in generale, con particolare riguardo alla Greco – Romana.-
    Cordialità

    dott. Giancarlo Bordinazzo

  • nicola

    ciao,io ho una moneta quella della foto 17.potrei sapere quanto possono valere?SALUTI.

  • malgonik

    Ciao,sono in possesso di una moneta identica a quella della foto 12,gradirei sapere se possibile a quanto ammonta oggi il suo valore. Ringrazio anticipatamente per l’informazione che vorrete gentilmente inviarmi al mio indirizzo e-mail.!

  • salve ho una moneta del numero 12 quanto varrebbe oggi

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>