CGB
RAUCH topb

Aste in primo piano

 

28 aprile Asta online

7 - 9 maggio Asta in sala e live

GERHARD HIRSCH Nachfolger
Aste 298 - 299


G.Hirsch • Catalogo 298
• Catalogo 299
• Sito G.Hirsch
• Asta live

 

13 e 14 maggio Asta in sala e live

21 maggio Aste in sala

22-23 maggio Aste in sala

Lanz

Aste appena concluse

9 - 11 aprile Asta in sala e live

29 marzo Asta in sala e online

Frühwald Asta 106

Fruewald • Sito web
• Catalogo



15 marzo Asta in sala

JEAN ELSEN & Ses Fils
Asta 120


Elsen • Sito J.Elsen
• Catalogo asta
• Redazionale

Ultimi commenti

  • Argo: Anch'io come descritto posseggo un deca dramma come descritt
  • mario facci: nel 1893 a Bologna 50.ooo franchi o lire a quanto oggi corri
  • bruno carmelo: buongiorno, moneta di argento tetradramma Filistide/quadrig
  • Massimo Bosi: Le abbiamo inviato le istruzioni privatamente, in ogni caso
  • MICHELE: IO ne ho una in buone condizioni vorrei, vorrei sapere quant
  • Viviana: Possiedo 10lire anno 1954 può interessare.
  • rosario: vorrei abbonarmi al giornale Panorama numismatico abbonament
  • livio: salve houn dollaro d'argento del 1974 usa e un dollaro cana
  • Heinrich Kirchler: Un mio amico austriaco ha una moneta in oro del 1833 e del 1
  • Abed: Buonasera, Quanto possono valere le monete d'oro antiche
DI VIRGILIO

Il 10 rubli d’oro del 1894

10 rubli d’oro del 1894

Fig. 1. Grande medaglia in argento coniata in occasione dell’incoronazione a Mosca. Opus Vazhenin. Al diritto teste accollate di Alessandro III e Maria Fiodorovna.

GRAZIE A NOTIZIE DI PRIMA MANO OTTENUTE A SAN PIETROBURGO VENGONO RIVISTE LA TIRATURE E LA RARITA’ DI UNA FAMOSA MONETA RUSSA DI FINE OTTOCENTO

Due sono i parametri che determinano il valore di una moneta: la qualità, intesa come grado di conservazione, e la tiratura. Quest’ultima però non è un valore assoluto poiché ci sono casi di monete coniate in numero relativamente alto di pezzi ma di rara apparizione e difficile reperimento sul mercato numismatico.

Di converso ci sono monete a bassa tiratura ma che compaiono spesso nelle aste numismatiche come ad esempio il 5 lire coniato da Vittorio Emanuele III nel 1911 in occasione del cinquantenario dell’unità d’Italia.

Se una moneta però è stata coniata in 1.007 esemplari è rara comunque, e mi riferisco al 10 rubli d’oro del 1894, ultimo anno di regno di Alessandro III (fig. 1), imperatore e zar di tutte le Russie (ricordo che a quei tempi si riteneva esistessero tre Russie, la prima detta anche grande Russia, la seconda nota come piccola Russia o Ucraina e la terza detta Russia bianca o Bielorussia).

Non tutti però sono concordi nell’assegnare a questa moneta la tiratura indicata da tutti i cataloghi, anche quelli russi. Infatti nel n. 252 di Panorama Nu-mismatico è apparso un articolo intitolato Una questione di numeri, a firma Francesco Pastrone, nel quale l’autore attribuisce a questa moneta una tiratura superiore ai 5 milioni di pezzi, di cui 1007 coniati nel 1894 e 5 milioni e 38 coniati nel 1895 ma con data 1894, basandosi su un documento francese del 1896 e precisamente il Rapport au Ministre des Finances, edito a Parigi dall’Administration des Monnaies et Médailles.

In tale documento, alla pagina 141, viene riportata una tabella che indica gli importi delle monete d’oro coniate dal 1886 al 1895 e corrispondenti ai nominali della lega latina. La colonna di sinistra riguarda l’imperiale, ovvero il 10 rubli, quella di centro il mezzo imperiale o 5 rubli mentre quella di destra somma le due precedenti. Precisiamo che il 10 rubli del periodo in questione corrispondeva al 40 lire (o 40 franchi) della lega latina ed il 5 rubli al 20 lire.

Segue: articolo completo in formato pdf da Panorma Numismatico nr.265 – Settembre 2011

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Share

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>