CGB
RAUCH topb
Lanz

Aste appena concluse

16 - 18 giugno Asta e-live

Rauch HD Rauch
15th. E-Live Auction


• Sito H.D.Rauch
• Catalogo
• Asta Live

14 giugno Asta in sala

JEAN ELSEN & Ses Fils
ElsenAsta 121


• Sito J.Elsen
• Catalogo asta
• Redazionale

31 maggio Asta online

22-23 maggio Aste in sala

21 maggio Aste in sala

 

13 e 14 maggio Asta in sala e live

7 - 9 maggio Asta in sala e live

GERHARD HIRSCH Nachfolger
Aste 298 - 299


G.Hirsch • Catalogo 298
• Catalogo 299
• Sito G.Hirsch
• Asta live

 

28 aprile Asta online

Ultimi commenti

  • Alessandro: gentili Sig.ri, circa una trentina di anni fa (ma anche di p
  • Fabio: sono in possesso di una moneta con Antonino Pio, ma non ne r
  • Renato Carnevali: C'è una croce di Santiago di Compostela nel comune di Costac
  • elena bonomelli: buona sera, volevo presentarvi un annullo filatelico emesso
  • giovanna: posso chiederti se conosci il valore dei 20 dollari in oro s
  • vincenzo: quanto puo valere una moneta siracusana del 480 a.c. quella
  • paolo: buonasera vorrei sapere se di queste monete : ambrosino rid
  • Francesco: Ciao Bruno se vuoi una stima posso fartela io, previa esamin
  • chiara: Posseggo questa moneta ha un valore? Lire 10, 1936, XIV arge
  • asea reviews: Thanks for finally talking about > Stanley Gibbons Group
Nomisma SHOP

Caio Mario su un denario della fine del Bellum sociale

denario bellum socialeAbbiamo avuto l’opportunità di esaminare uno splendido esemplare del denario del Bellum sociale tipo Campana 174, che è stato proposto nell’asta Artemide XXXI del 18 dicembre 2010.

Bellum sociale. Denario, 87 a.C. Zecca itinerante (Campania?).

D/ Busto di Minerva a destra,con elmo crestato ed egida. A sinistra, una Vittoria la incorona. Bordo di puntini.

R/ Due guerrieri  che si incontrano e si stringono la mano. Entrambi indossano una corta tunica, quello di sinistra tiene una lancia italica (saunion), quello di destra stringe un parazonium. A destra, la prua rostrata  di una nave da guerra con vessillo lemniscato ed un fascio di giavellotti. In esergo: I.

Metallo: Ag; Peso: g 3,98; Diametro: mm 17,5; Orientamento dei coni: h 5

Bibliografia: Campana 174. Sydenham 632a.

Questo denario anepigrafe non è solo uno dei più celebri e rari della serie del bellum sociale (39 esemplari complessivamente censiti da Campana per l’intera serie 15, di cui 2 soli del tipo 174, con numerale I all’esergo del  rovescio) ma è anche uno dei più  discussi per l’attraente e controversa scena descritta nel rovescio, di cui numerosi autori hanno fornito nel tempo interpretazioni diverse. Il complesso contesto storico offre  infatti almeno tre eventi giudicati  in qualche modo compatibili con la scena.

Lo scoppio della guerra sociale nel 91 a.C. non fu che l’epilogo di più di un ventennio di gravi tensioni sociali, politiche ed economiche che agitavano il mondo romano urbano e peninsulare. Le popolazioni italiche, legate a Roma da un foedus che imponeva loro pesanti obblighi militari, aspiravano da molti anni ad acquisire la cittadinanza romana, che avrebbe garantito loro diritti e tutele pari agli alleati.

La scintilla che innescò la guerra fu l’assassinio, nel settembre del 91, del tribuno della plebe Marco Livio Druso il quale aveva proposto una legge che avrebbe soddisfatto le loro aspirazioni.

Bellum sociale, Denario

Bellum sociale. Denario. Campana 69. Classical Numismatic Group, 63, lotto 1141 (g 3,73). Ingrandimento.

Gli insorti si associarono in una lega, la Confederazione italica, che elesse propria capitale Corfinium, una città peligna ribattezzata Italia. Tra le espressioni più significative della loro sfida all’autorità romana e del progetto di uno stato rivale in Italia, fu la tempestiva emissione di monete proprie, denari di titolo e peso identici a quelli romani, con legende latine ed  osche, che si rivolgevano rispettivamente alle popolazioni di ceppo sabellico di lingua latina e a quelle di lingua osca come i Sanniti ed i Lucani. Quasi la metà delle emissioni  sarebbero state prodotte nel primo anno di guerra, sia per soddisfare le esigenze belliche che per affermare con forza la sovranità della Confederazione.

I tipi, che in una prima fase imitano quelli romani ed in seguito diventano originali ed a più forte contenuto propagandistico, possono essere schematicamente raggruppati in 15 serie, secondo l’ordinamento di A. Campana:

90 a.C.

Serie  1 : Testa di Italia /VITELIV. Dioscuri al galoppo.

Serie  2 : MVTIL  o  ITALIA. Testa di Italia /C.PAAPI.C  o  ITALIA.      Dioscuri impennati.

Serie  3 : ITALIA. Testa di Italia /Giuramento a otto.

Serie  4 : VITELIV. Busto di Marte /C.PAAPI.C. Giuramento a quattro.

Serie  5 : MVTIL EMBRATVR. Testa di Italia /C.PAAPI.C. Giuramento a due.

Serie  6 : MVTIL EMBRATVR. Testa di Bacco /C.PAAPI. Toro e lupa.

89 a.C.

Serie  7 : ITALIA. Testa di Italia /Italia seduta e coronata.

Serie  8 : Busto di Italia /ITALIA. Vittoria seduta.

Serie  9 : VITELIV. Testa di Italia /Guerriero e toro.

Serie 10 : C.PAAPI.MVTIL.Testa di Italia / VITELIV. Guerriero e toro.

89-88

Serie 11 : C.MVTIL. Testa di Italia /SAFINIM. Guerriero e toro.

88-87

Serie 12 : Busto di Dioscuro /Minerva su biga.

Serie 13 : Busto di Minerva /Ercole e toro.

Serie 14 : Busto di Minerva / Guerriero, toro e trofeo.

87 a.C.

Serie 15 : Busto di Minerva / Scena d’incontro.

Segue: Articolo completo in formato pdf da Panorama Numismatico nr.256, novembre 2010

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Share

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>